MONDRAGONE. ROGHI SENZA SOSTA.

Cronaca

Mondragone. (S.P.) Nelle ultime ore si stanno registrando roghi senza sosta, ad iniziare con l’ area dell Oasy Park, nei pressi dei palazzi Cirio, dove vengono bruciati rifiuti di ogni genere tra cui siringhe e bottiglie utilizzate per una droga potentissima denominata crack e come ciliegina sulla torta non poteva mancare l’inferno dantesco sulla Domitiana, zona levagnole, dove nuvole di fumo tossico si sono innalzate sovrastando la città. Purtroppo sono difficili da domare a causa delle forte raffiche di vento che stanno colpendo il nostro paese nell’ odierna giornata. Tempestivo è l’intervento dei vigili del fuoco che cercano in tutti i modi di spegnere questi incendi causati da incivili a cui poco importa la nostra incolumità. Purtroppo siamo costretti ad inalare quotidianamente questa “robaccia” e a parere di molti nessuno alza un dito onde evitare che si ripeta questo disastro ambientale. I cittadini sono stanchi di sopportare tutto questo. Sono sfiduciati e non possiamo dargli torto, visto e considerato che nessuno tenta di fermare questo scempio. Chiediamo all’ attuale amministrazione di prendere provvedimenti immediati e cercare di ascoltare di più le richieste di un popolo stanco di assistere a questi disastri ambientali che porteranno solo malattie e morte. Non a caso la nostra viene chiamata terra dei fuochi un luogo dove si registrano morti causati da questa inalazione di fumo tossico. Ci auguriamo che il nostro sindaco ascolti maggiormente la voce del popolo stanco di sopportare questa sgradevole situazione.